EMIO GRECO A ROMA

L’8 e 9 settembre nella Cavea del Parco della Musica a Roma in prima nazionale è arrivato We Want It All  di Emio Greco e Pieter C. Scholten per celebrare i 25 anni del loro sodalizio artistico.  Non potevo non vedere il grande artista salentino di nuovo ritornato in scena. Non potevo non abbracciare l’amico di anni di nuovo a Roma.
We want it all non è uno spettacolo ma un festival - loro lo definiscono così - in cui propongono undici finali dalle loro circa 60 creazioni presentate tra il 1995 e il 2020. Detto così potrebbe sembrare un “catalogo”, un riassunto. Non è così. E’ assolutamente uno spettacolo nuovo.
Vi sono atmosfere rock e pop, musiche di Bach e di Marilyn Manson, vitalissimi ritmi di pizzica.  Ma soprattutto ci sono i Queen: «Voglio tutto, I Want It All cantava Freddie Mercury. Voglio tutto, e lo voglio ora».
La serata è stata ricca di emozioni. We want it all  ci ha investiti come un fiume in piena. Una sequenza quasi sacra di momenti pieni di fascino e forza. Momenti mistici e tribali. Vitali sempre.  E sempre tesi con sguardo sicuro verso il futuro. Geniale la presenza quasi fisica della natura senza che di essa si potesse vedere nulla: vento, versi di uccelli, piogge torrenziali, silenzi pieni di mistero, tuoni terrificanti e attese. Attese per qualcosa che non si sa se accadrà, rotte da esplosioni musicali improvvise di una colonna sonora magistrale che chiude e apre sempre verso orizzonti futuri.
Bravissimi gli interpreti, bravissimo Pieter, geniale Emio ad inventarsi un personaggio di cui non si conoscono gli esatti connotati ma che si muove in scena come un misterioso demiurgo, un creatore dal quale tutto prende avvio e tutto improvvisamente, ad un suo gesto,  finisce per poi nuovamente tornare a nascere. Etereo e imprevedibile come il destino. Comico e tragico come un vecchio dio dell'Olimpo.
Bravo Emio. Bravo Pieter. Siete geniali!
        Dopo lo spettacolo gli abbracci fraterni con questo grande artista salentino dalla storia singolarissima e affascinante che un giorno meriterebbe di essere raccontata per intero.
Abbracci anche con sua madre che da Brindisi era venuta qui a Roma a vedere suo figlio danzare. Come faceva la mia. Ah, le madri salentine!
Ho sempre sognato uno spettacolo con Emio Greco, la meravigliosa Beatrice Rana e il sottoscritto.
Il mio è un sogno, lo so. Ma anche i sogni sono reali. Anche se il tempo passa… passa sempre più.

 

LEGGI TUTTO

Per IRENE PAPAS

Il Ministro della Cultura di Grecia ha comunicato la morte di Irene Papas.
     Irene, finché vivrò io, tu sarai viva. La morte non ti scalfirà.
Lascio ai giornalisti di professione scrivere gli articoli che ti commemoreranno parlando della tua lunga carriera di attrice di teatro, cinema e televisione. Della tua bellezza mediterranea...

LEGGI TUTTO

CIAO ELIO, AMICO DI UNA VITA

Caro Elio,
dunque sei riuscito a prendere l'aereo. La "lista di attesa" è finita.                                                  Come stai Elio? ti chiedevo al telefono.  "Sono in lista di attesa". Questa era la tua risposta.            Lo spirito che ti ha reso un uomo e un artista particolare non ti ha mai abbandonato. Fino all'ultimo. La morte è venuta e ti ha trovato vivo.

LEGGI TUTTO

STILL MOVING . Justin Adams e Mauro Durante

Ascoltare STILL MOVING il nuovo disco di Justin Adams e Mauro Durante è come fare un viaggio in treno o, meglio, lasciarsi condurre dalla corrente di un fiume e vedere scorrere lungo gli argini invece delle case, degli alberi, delle pianure verdi, varietà di musiche fatte di suoni giunti da terre lontane, da culture diverse, da generi diversi. Ed ecco allora il blues alternarsi a ritmi africani, sonorità greche al rock, alla pizzica che entra ed esce per  tutto il cammino ad illuminare ogni cosa come un sole fra le nuvole.

LEGGI TUTTO

LA NOTTE DELLA TARANTA 2021

Ieri sera, molto tardi, ho visto in televisione su Rai 1 La notte della taranta. Peccato! Avrei preferito non vederla. E’ stata una delle edizioni più brutte della manifestazione salentina.

LEGGI TUTTO

Pagine